Certificato BIOLOGICO

 

euro-leaf-eu-organic-logoFenOlio rispetta le precise regole
che abbracciano tutti gli stadi della
lavorazione delle olive in ambito biologico.
In primis la coltivazione avviene in
modo naturale senza l’utilizzo
di fertilizzanti chimici e pesticidi.

 

 

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione definito dal punto di vista legislativo a livello comunitario con un primo regolamento, il Regolamento CEE 2092/91, sostituito successivamente dai Reg. CE 834/07 e 889/08 e a livello nazionale con il D.M. 18354/09.

Il termine “agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi).
Agricoltura biologica significa sviluppare un modello di produzione che eviti lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo. 
Per salvaguardare la fertilità naturale di un terreno gli agricoltori biologici utilizzano materiale organico e, ricorrendo ad appropriate tecniche agricole, non lo sfruttano in modo intensivo.

 

Certificato D.O.P. Umbria “Colli Amerini”

 

marchio dop

FenOlio vanta il prezioso marchio di tutela attribuito per avere tutte le caratteristiche qualitative dipendenti esclusivamente dalla regione Cuore verde d’Italia: l’Umbria.

FenOlio ha un colore verde intenso con lievi sfumature dorate, l’odore delicato, tenue, il sapore gradevole e leggermente piccante tipico della nostra varietà di olive Leccino, Moraiolo e Frantoio.

Riconoscimento assegnato ai prodotti agricoli ed alimentari le cui fasi del processo produttivo, vengano realizzate in un’area geografica delimitata e il cui processo produttivo risulta essere conforme ad un disciplinare di produzione. Queste caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico, comprensivo dei fattori naturali ed umani.

Le qualità, ovvero le caratteristiche del prodotto, devono essenzialmente, od esclusivamente, provenire dalle specificità ambientali del suo luogo d’origine; le specificità ambientali sono definite dalle caratteristiche umane e naturali, quali clima, qualità del suolo, e conoscenze ascrivibili alle popolazioni locali.

Produzione, trasformazione ed elaborazione, debbono svolgersi nell’area geografica determinata di cui il prodotto porta il nome.
Deve, quindi, verificarsi un collegamento strettissimo ed oggettivo tra le caratteristiche del prodotto e la sua origine geografica.Talune denominazioni geografiche possono essere registrate come denominazioni di origine protetta anche se le materie prime utilizzate provengono da un’area geografica più vasta o differente da quella di trasformazione, purché:

– la zona di produzione delle materie prime sia delimitata;

– sussistano condizioni particolari per la produzione delle materie prime, ed esista un regime di controllo che garantisca l’osservanza di tali condizioni.

 

 

Be Sociable, Share!